FANDOM


VII Legio è un gioco di antica concezione, da cui ho provato a creare una ambientazione completa. (vedi)

VII Legio

Copertina originale

Cronologia Modifica

Ambientazione Modifica

Anno 1945 Post Stragem. La Repubblica Solare è un impero galattico che estende il proprio dominio su molti pianeti della Via Lattea. Fulcro della RS è il Sistema Solare, ormai abitato in tutti i pianeti. Anche se la Terra rimane l'unico pianeta vivibile dagli esseri umani tutti gli altri pianeti sono coperti da basi spaziali in cui vivono immense popolazioni.

I discendenti della popolazione dell'Impero Romano originale, che ha conquistato tutta la Terra resistendo agli assalti dei barbari, vivono ora sulla Luna, oggi completamente coperta dalla base spaziale Roma, dove risiede il Senato Solare che governa tutta la Repubblica.

Il governo è costituzionale ed è presieduto dal Senato, composto dai Senatori eletti della popolazione romana e presieduto dal Triumvirato composto da Imperatore (eletto anch'esso dai cittadini romani), Imperatrice e dal Faraone egiziano. Inoltre consigliere del Triumvirato è il Primo Anziano, rappresentante del Circolo degli Anziani delle popolazioni native terrestri.

La razza umana originaria è ora geneticamente e ciberneticamente migliorata ed i progressi medici hanno reso le malattie ed i patimenti quasi un ricordo.

La seconda popolazione in ordine di importanza nella RS sono i Nubiani, discendenti delle popolazioni delle terre d'Egitto anticamente conquistate dai Faraoni Neri. Dai tempi di Cleopatra i destini di Roma ed Egitto sono sempre stati intrecciati e più volte il ruolo di Faraone e Imperatrice si sono sovrapposti. Oggi i Nubiani vivono principalmente su Marte, su cui hanno sovranità, la cui superficie è quasi completamente ricoperta da basi spaziali collegate da autostrade sotterranee. La base Narmer è la capitale della popolazione nubiana, dove risiede il governo formato dal Consiglio dei Saggi, eletto democraticamente dal popolo.

Il pianeta Terra ha vissuto una storia travagliata: nei secoli essa è stata sfruttata, inquinata e maltrattata fino a renderla quasi inabitabile. La maggioranza delle popolazioni si erano trasferite su altri pianeti e gli ultimi rimasti sulla Terra erano i Nativi, federazione costituzionale degli antichi popoli nord e sud americani, che ostinatamente continuavano ad abitarla ritenendo la Terra un pianeta sacro per religione. Il pianeta è quindi stato dichiarato sacro anche dai sacerdoti repubblicani e donato alle popolazioni Native che si sono impegnate a fungere da guardiani e conservatori del pianeta. I Nativi hanno eliminato dal pianeta la maggior parte delle tecnologie inquinanti e oggi vivono uno stile di vita naturista ed ecologista, in un vero e proprio paradiso naturale.

Altri pianeti del sistema solare sono abitati da altre nazioni e popolazioni, tutte parte della Repubblica Solare. In particolare Io, luna di Giove, è sede dei popoli del Sol Levante, che forniscono i guerrieri Samurai per le legioni repubblicane.

La conquista dello spazio Modifica

La tecnologia repubblicana comprende la capacità di costruire astronavi in grado di viaggiare rapidamente tra i pianeti tramite motori privi di inerzia. Le più veloci navi civili riescono a percorrere intorno ai 5 milioni di Km all'ora. Viaggiare tra i pianeti è una questione di ore o al massimo giorni.

Il mezzo tramite cui viaggiare tra le stelle è invece il tunnel spaziale. Tali fenomeni fisici consistono in 'cortocircuiti' tra due punti molto remoti dello spazio che possono essere attraversati da materia fisica opportunamente modulata su particolari onde. Tali cortocircuiti però sono instabili e rendono sicuro il 'salto' solo per un attimo in un certo lasso di tempo, che può variare da alcune decine di minuti ad anche giorni o più. Il risultato è che il salto spaziale lascia i saltatori isolati per un certo tempo, oltre che non permettere le comunicazioni attraverso il tunnel. Inoltre questi tunnel sono più o meno stabili in base al luogo in cui risiedono i due estremi del tunnel stesso, detti Porte Iperspaziali.

Da quando è stata scoperta la prima PI la RS si è occupata dell'esplorazione dello spazio sconosciuto. Di norma l'esplorazione procede facendo delle prime limitate esplorazioni tramite sonde automatiche, per decidere se il luogo viene considerato interessante per l'esplorazione. Spesso questo significa che vicino alla PI c'è un pianeta che può fungere da base di appoggio per le navi della Legio. A questo punto vengono mandate le navi di esplorazione dell'Arma Dello Spazio (ADS, l'esercito repubblicano) facenti parte della VII Legio. Tali navi hanno il compito di mappare i settori nell'intorno delle PI in cerca di risorse per fondare possibili colonie e di prendere eventualmente primo contatto con le razze più o meno intelligenti che vi trovano.

Il 736 P.S. (2336 d.C.) infatti segna il primo contatto con popolazioni non terrestri: come si pensava, in questa data viene confermato che esistono molte altre forme di vita nell'universo. Come era prevedibile, inoltre, non tutte le razze sono risultate pacifiche e nella storia la RS si è trovata più volte a contatto con popolazioni di vario livello di ostilità, per cui la presenza dell'esercito si è sempre rivelata fondamentale. Come da sempre, la RS pone grande enfasi nell'esplorazione e nella conquista di nuovi territori, sia da un punto di vista economico che militare, se necessario.

Altre forme di vita Modifica

L'universo è pieno di molteplici forme di vita. Batteri, esseri la cui biologia non è basata sul carbonio, entità estremamente avanzate ed intelligenti... Le registrazioni nelle Basi Dati del Computer Centrale della RS sono migliaia. Di queste solo poche sono però intelligenti, in grado di comunicare e di avere una società analoga a quella umana, tanto da avere relazioni paritarie con gli umani. Sono ancora meno poi quelle con cui gli umani abbiano rapporti duraturi e stabili, e queste si possono di certo dividere in due categorie: quelle amichevoli e quelle ostili.

Tra le razze ostili il pericolo più grande è sicuramente rappresentato dai CMD, un popolo di entità-macchine, computer intelligenti, che provengono da galassie remote e distanti, vissuti forse in un tempo già passato, forse tutt'ora presenti. Essi hanno lasciato numerose reliquie, artefatti, basi ed avamposti, piene di nanomacchine in grado di comportarsi come virus e divorare allo stesso modo uomini e macchine.

Altro popolo da sempre in competizione con il genere umano è quello chiamato Hosthi, una razza di umanoidi dalle quattro braccia e dalle gambe tozze, la cui pelle è lattiginosa e fosforescente. Vivono in una società destrutturata, sono infatti nomadi in cui ogni piccola comunità occupa una singola nave spaziale e girovaga come gitani dello spazio vivendo di razzie o commerci, riconoscendosi come fratelli solo quando si incontrano. Le loro navi, in particolare la Knox e la Brucel, sono di potenza comparabile alle navi della Legio Romana, anche se i comandanti sono certamente meno abili degli UC della Legio la loro tecnologia è estremamente più avanzata. Da sempre essi rifiutano qualunque forma di sottomissione o collaborazione con la Repubblica Solare e le loro navi che vagano per tutto il cosmo sono una spina nel fianco di tutti gli UC solitari in esplorazione di nuovi sistemi.

Tra le razze amiche della RS alcune sono di grande aiuto alle esplorazioni degli UC, aiutandoli con le loro abilità peculiari, anche con grande sacrificio personale.

La razza denominata dagli Ufficiali Scienziati 'PSI' è un popolo di insetti pipistrello a sei mani alti 50 cm dotati di facoltà psioniche e di mente collettiva, provenienti dal regno PSI di Fomalhaut, costellazione Pisces, divenuto Federato alla RS recentemente. I Princeps PSI possono captare reti magneto-gravitazionali e punti di arrivo per distorsioni Nullius, abilità di grande utilità nel calcolo delle rotte stellari, anche se ciò rischia di minare la loro fragilità psichica tanto da rischiare un blocco linfatico che li può anche uccidere.

I Robur sono grossi gorilloni di 4 metri, originari di Algorab della costellazione Corvus, sistema entrato nella RS come Foederato con diritto alla cittadinanza dopo la II guerra stellare. I primogeniti della nobiltà roburiana possono essere imbarcati come istruttori tattici e coordinare gli equipaggi sbarcati su di un pianeta aumentandone l'efficacia in battaglia. Nonostante un Princeps Robur non combatta in prima persona e disdegni le armi individuali considerandole non adatte alla mentalità nobile, egli sarà sempre in prima linea così da rischiare la vita in prima linea. Anche la diplomazia è considerata con disprezzo, tanto che se l'equipaggio con cui è imbarcato si dovesse impegnare in queste attività il Princeps ne sarebbe disonorato, e comunque la sua fama di ferocia intrinseca fa sì che le popolazioni che eventualmente dovessero interagire con un UC che anche solo imbarca un Princeps Robur siano estremamente restie a qualsiasi tipo di alleanza o commercio.

L'esercito e la VII Legio Modifica

L'ADS è composta da diverse Legioni, ognuna riservata ad uno scopo preciso. Ad esempio la I Legio (Pretoriana) è adibita alla difesa ravvicinata del sistema solare, la X Legio alla repressione su pianeti ribelli, la II Legio al pattugliamento sui confini dei sistemi ostili e così via. Compito specifico della VII Legio è esplorare i settori di galassia non conosciuti e non contestati (almeno ufficialmente) né dalla RS né da altri regimi confinanti.

La gerarchia della VII Legio è definita da 5 gradi: Decurio, Centurio, Proconsul, Consul e Fabius. A seconda del grado ricoperto, ad ogni Ufficiale Comandante (U.C.) è affidata una nave, la cui potenza è più o meno alta in rapporto al grado. L'attrezzatura di ogni nave invece è lasciata, salvo i limiti imposti dalle caratteristiche della nave stessa, alla libera scelta dell'UC che la allestirà secondo le esigenze del momento e le proprie caratteristiche individuali.

La Confederazione Spazio Computer (CSC) nasceva nel 1836 PS a causa della necessità di attribuire ad un ente specifico le responsabilità della gestione di Pianeti Logici. A questi enormi ammassi autosufficienti di computer in orbita intorno ai pianeti centrali della Repubblica Solare erano collegati i terminali piazzati sulle varie navi. Esse potevano così avere un super controllo tecnologico senza particolari ingombri. Ad ogni gruppo di navi corrispondeva, su un Pianeta Logico, uno Spazio Computer tecnico uscito da un corso di durata minima ventennale, al quale è riferita la loro responsabilità.

Sulla nave è imbarcato un piccolo contingente di fedeli veterani divisi in squadre di tre. I soldati che fanno parte della VII Legio sono di provenienza piuttosto eterogenea: l'unico limite all'arruolamento è essere cittadini della RS. Molti soldati sono romani provenienti dalla base Roma sulla Luna, e molti di questi sono volontari provenienti direttamente dalle prigioni repubblicane, perché ogni anno di servizio nell'ADS permette di abbuonare due anni di reclusione. Molti sono anche i cittadini che approfittano delle migliorie genetiche e cibernetiche che vengono impiantate ai legionari gratuitamente, o semplicemente sperano in una carriera nell'ADS. Altri membri tradizionalmente comuni sono i Nubiani che da sempre vengono utilizzati come gladiatori negli spettacoli a Roma e che trovano quindi naturalmente impiego come soldati ed esploratori. Ultimi ma non per questo meno validi sono i samurai giapponesi, che da sempre vivono una vita dedita al combattimento.

Oltre ai legionari atti allo sbarco sui pianeti ostili ed alla difesa del contingente esplorativo sulle navi della VII Legio è imbarcato molto altro personale, a partire da Ufficiali Scienziati, studiosi e tecnici e da altro personale umano (come Sciamani Nativi o Sacerdoti Repubblicani) o meno (Princeps PSI, Princeps Robur) che coadiuvano nell'esplorazione dello spazio ignoto e nel contatto con mondi e popolazioni sconosciute.

Ufficiali Comandanti Modifica

Gli Ufficiali Comandanti (UC) sono il nerbo della VII Legio. Un po' per necessità ed un po' per tradizione, essi vengono mandati solamente con la loro nave, ognuno da solo, attraverso le PI per esplorare e mappare lo spazio intorno ad esse. Il compito è particolarmente avventuroso ed ammantato da sempre di un'aura romantica ed eroica perché non essendo quasi possibile e poco pratico indagare ed analizzare a priori lo spazio intorno alle PI ogni UC si trova ad affrontare l'ignoto. Questo però è occasione per l'UC di mettere in mostra le proprie doti personali e ricevere promozione sul campo in tempi molto più brevi che nelle altre Legioni dell'ADS; infatti il lavoro dell'UC è al tempo stesso il più remunerativo ed il più pericoloso dell'intera Arma, tanto che il ruolo degli UC è spesso visto un po' come un moderno corsaro od esploratore. Gli UC in effetti sono spinti alla competizione tra loro e nei confronti delle sfide nello spazio, per fare in modo che emergano gli elementi più capaci.

Ovviamente più l'UC è alto in grado più la sua nave sarà potente ed in grado di affrontare pericoli, quindi le missioni che potrà affrontare saranno difficili e prestigiose. Sarà cura degli UC di grado inferiore evitare le sfide troppo impegnative ed eventualmente segnalarle ad UC di più alto grado (anche se non è assolutamente obbligatorio farlo, anzi è comune tenere per sé tali informazioni per eventualmente affrontarle in un secondo momento).

Gli Spazio Computer Modifica

Unico contatto tra l'UC ed il mondo al di là della PI è lo Spazio Computer. I computer all'interno delle navi (cui spesso ci si riferisce per brevità sempre come SC) riescono a mantenere, tramite complessi algoritmi di reti neurali, una sorta di simulazione della realtà in modo da poter supplire alla mancanza di comunicazione attraverso le PI e fare in modo che gli UC possano comportarsi come se fossero a contatto con il resto dell'universo. Tale simulazione della realtà però tende a deteriorarsi ed a virare dalla realtà vera man mano che passa il tempo (oltre che in base alla capacità di ogni SC che l'ha programmata). Per questo il software su ogni nave tenta continuamente di spedire attraverso microammassi di atomi codificatori tutte le informazioni raccolte dall'ultima trasmissione e di ricevere contestualmente le trasmissioni dall'esterno per aggiornare la banca dati con i dati reali attraverso la PI. Quando e quanto spesso questo avviene dipende da quanto è stabile la PI, quindi è un evento la cui frequenza non è determinabile.

Lo SC è l'elemento che sta dall'altra parte di tutto questo sistema, colui che si occupa di mantenere sincronizzati i sistemi delle navi al di là della PI con il Computer Centrale della RS, di ricevere le informazioni dagli UC per integrarle nelle basi dati del Centro Statistiche Repubblicano e di preparare i pacchetti di aggiornamento da inviare verso le navi oltre le PI. Per certi versi lo SC è colui che governa la realtà di ogni singolo UC, un compito quindi di grande importanza.

L'Esplorazione dei Pianeti Logici Modifica

Compito degli UC è quello di esplorare lo spazio intorno al pianeta base, il primo scoperto vicino alle PI, e trovare i pianeti ivi dispersi, denominati in gergo tecnico Pianeti Logici, attribuirgli un nome ed analizzarli ed esplorarli il più possibile in modo da recuperare possibili risorse. Nel caso poi il pianeta presentasse forme di vita più o meno evolute l'UC ha il compito, per quanto questo gli sia possibile con le risorse che ha a disposizione, di prendere contatto con queste forme di vita e gestire i rapporti con esse. In questo compito viene aiutato dalle informazioni fornite dallo SC prese dal Centro Studi Storici Repubblicano che archivia tutti i contatti già avvenuti. In caso le forme di vita siano civilizzate ed intelligenti sulla nave è sempre presente un Missus Repubblicano il cui compito è quello di rappresentare il Senato Solare in caso la diplomazia entri in gioco. Nel caso invece in cui le forme di vita fossero ostili entrano in gioco i Legionari.

Tecnologia delle Navi Spaziali Modifica

Le navi in dotazione ad ogni UC sono un gioiello tecnologico, dotate delle più sofisticate tecnologie che la RS è in grado di fornire. Le tecnologie di base sono le stesse anche sulle navi più piccole, però in base al grado dell'UC la nave è più grande e capiente. Grazie ad un sistema modulare molti sistemi sono più potenti quanti più elementi li compongono, rendendo così più efficaci le navi di maggiori dimensioni, come ad esempio le batteria di laser navali Zip 11 (fratello maggiore del laser personale Zip 3 in dotazione ai Legionari). La prima nave che viene assegnata ad un UC è di classe Frombola, seguono poi le classi Gladium, Spatha e Hasta. Ogni nave è equipaggiata per avere tutto ciò che le serve per mantenere l'equipaggio e sé stessa per tutto il tempo in cui rimane attivo il generatore nucleare centrale, la cui vita stimata è oltre 200 anni. Essa imbarca infatti Droidi-Tecnici in grado di riparare molta parte dei danni che potessero presentarsi, oltre che di effettuare le riparazioni di routine, eventualmente recuperando materiali da detriti, asteroidi o pianeti esterni. Inoltre i serbatoi J:NA che sono gli unici componenti della nave ad avere bisogno di massa da espellere all'esterno per la propulsione sono in grado di autorifornirsi dal pulviscolo cosmico. Dal materiale di scarto dei J:NA stessi e da altri componenti della nave poi il sintetizzatori LV-CH sono in grado di sintetizzare tutte le sostanze nutritive, l'acqua e l'ossigeno necessari alla sopravvivenza umana.

Tecnologia dei Legionari Modifica

Un Legionario repubblicano è l'arma da guerra più moderna e potente dell'intera galassia. Il tempo degli eserciti formati da centinaia di migliaia di individui è finito: un singolo Legionario è comparabile a quello che un tempo era una compagnia se non un battaglione, e le squadre imbarcate dalle navi repubblicane sono composte da appena tre elementi. Tale risultato è merito sicuramente dall'addestramento e dal valore di ogni singolo Legionario, ma anche dalla sua dotazione tecnica. Base dell'equipaggiamento è la Stan 203, tenuta da combattimento del legionario. Dopo la disastrose esperienze, scontate soprattutto dalla II Legio nella guerra contro i Parthi, gli Uffici Progetti Militari Solari hanno concentrato i loro sforzi per far coincidere la massima protezione fisica del legionario con la massima praticità, soprattutto in zone di galassie esterne in cui l'ala protettrice degli SC non riesce ad agire completamente. Ne è nata la tuta 'Stan 203' in cui si notano modifiche evidenti dal punto di vista della pressurizzazione alle giunture e dalla intensificazione di luce nel visore degli elmetti – 'Caesar'. Ad essa possono essere abbinate Bimper e Leggy, due tute supplementari anti-radio; la presenza di forti elementi radioattivi su alcuni tipi di Pianeti non ha trovato risposta più soddisfacente, per Equipaggi sbarcati, della sovrapposizione alla tuta 'Stan' di altre forme di protezione. La differenza tra queste è essenzialmente lo spessore dello strato di Rodinox, in cui concentrati fasci di fibre carbonate e piombate. Ciò di cui tutti i legionari si lamentano è l'impaccio ai movimenti che le suddette protezioni provocano, riducendo sensibilmente il fattore di combattimento individuale. Purtroppo, almeno fino ad ora, a ciò non si è trovato rimedio se non con alternative improponibili a causa del prezzo dei materiali iperleggeri, insostenibili a livello di dotazione generale. La dotazione si completa poi di armi personali: l'arma più diffusa è il Laser Zip 3, in grado di fornire buone prestazioni contro qualunque avversario. In caso di bersagli particolari, come esseri dalla struttura molecolare non basata sul carbonio, esistono armi specifiche più efficaci come le Armi ad Aria HO1 e le Armi ai Siliconi SIL 12.

Equipaggi Modifica

(da completare)

Personaggi: UC – repubblicani, SC (opzionale), missus repubblicano, sciamano nativo, sacerdote repubblicano, gladiatore nubiano, samurai, ufficiali scienziati, alieni, droide (può portare lo SC)

Diario di Bordo Modifica

Come è sempre stata abitudine nei secoli, ogni UC è tenuto a conservare un Diario di Bordo sulla sua nave, nonostante il contatto con lo SC sia costante e frequente l'utilità del DB si è sempre dimostrata preziosa. Di seguito si riporta un esempio di un DB come viene presentato all'Accademia Solare Ufficiali Comandanti:

“Diario di bordo del Decurio Notius, in attività dello spazio interno della galassia Cornifex su nave tipo Gladium denominata Marthia. La nave partì dal pianeta base nel 22° periodo del 1944 PS.

La nave è equipaggiata con il seguente inventario:

...

GIORNO 0: L'equipaggio è giovane ed inesperto ma motivato ed entusiasta. Per quanto riguarda me, questa è la prima missione che affronto dopo aver frequentato l'Accademia Ufficiali Comandanti a Roma, nella cui ero entrato dopo aver prestato servizio come Legionario per quasi dieci anni.

GIORNO 1: L'esplorazione è cominciata seguendo la rotta 19-5, ho deciso di procedere per tre parsec. Procederemo con tutti i sensori attivi a massimo raggio come da prassi.

GIORNO 3: Stamane i sensori rivelano un pianeta sulla rotta 19-9. Le prime analisi dicono che il pianeta è una palla di roccia senza atmosfera. Domani ci avvicineremo ed entreremo in orbita per reperire ulteriori informazioni.

GIORNO 4: Entrati in orbita, la scansione della superficie conferma i dati di ieri e rivela che la superficie è a temperatura inferiore allo 0, senza presenza di acqua ma con elevata presenza di metalli pesanti. La probabilità di presenza di vita è inferiore al 10%. Ho allertato la Squadra I per lo sbarco domani.

GIORNO 5: La Marthia oggi è atterrata, e la Squadra I è sbarcata sulla superficie del pianeta, battezzato 'Taurus IV'. Le prime esplorazioni di superficie hanno confermato i rilevi dei sensori planetari. La squadra riporta però la presenza di grotte non segnalate che si aprono sui fianchi delle colline ai piedi della grande pianura a 27°, 35°. Ho allertato Anche le Squadre II e III per lo sbarco per domani, che dovranno scortare l'Ufficiale Scienziato Plinius per l'esplorazione delle grotte. I sensori della Marthia oggi hanno rilevato la presenza di alcuni metalli che potrebbero indicare l'esistenza di Pietre Roxii nel sottosuolo del pianeta. Le esplorazioni di domani dovranno indagare anche questa possibilità.

GIORNO 6: Stamattina i sensori hanno rilevato del movimento nel sottosuolo del pianeta, sotto forma di micro onde sismiche. Le squadre I, II e II intanto hanno cominciato l'esplorazione delle grotte, con l'Ufficiale Scienziato Plinius. Le prime rilevazioni segnalano che le grotte costituiscono un complesso labirinto sotterraneo interconnesse tra loro. Sicura certezza data da Plinius è che sono di produzione artificiale e non umana. In serata le elaborazioni sulle analisi dei sensori hanno confermato la presenza di materiale Roxii, e la confermano nella sabbia nell'intorno delle grotte. Le squadre rimarranno sul terreno per continuare le ricerche domani.

GIORNO 6 addendum: Questa notte le Squadre sulla superficie sono state svegliate da un attacco di sorpresa da parte di esseri provenienti dalle profondità delle grotte. Tali esseri sono entità robotiche pesantemente armate, che hanno preso di sorpresa in particolare la Squadra II. Tali esseri hanno danneggiato il Legionario Tullio e ucciso il Legionario Didio. Ho comandato la ritirata. Le Squadre hanno ripiegato e sono state inseguite. Gli esseri, quattro robot, una volta giunti a portata dei cannoni laser della Marthia, sono stati distrutti.

GIORNO 7: Stamattina i sensori hanno individuato nei resti dei robot le Pietre Roxii segnalate nei giorni precedenti. Ho comandato alla Squadra I di uscire a recuperare i resti, operazione completata senza problemi. Ho poi comandato all'equipaggio di prepararsi per il decollo domani.

GIORNO 8: La Marthia ha lasciato la superficie di Taurus IV. Le Pietre Roxii recuperate e le informazioni sulla loro locazione devono essere riportate al Sistema Solare a Roma. Probabilmente questa missione sarà sufficiente a meritarmi una promozione. Purtroppo tutto ciò ha avuto un costo che non avrei voluto dover pagare. Mi sto preparando ad andare ad officiare il funerale del Legionario Didio.

(da completare)

Personaggi: UC – repubblicani, SC (opzionale), missus repubblicano, sciamano nativo, sacerdote repubblicano, gladiatore nubiano, samurai, ufficiali scienziati, alieni, droide (può portare lo SC)

Dal gioco Princeps PSI avverte la presenza di reti e punti di uscita da distorsioni Nullius. Scienziato Alfonso Nulli nel 15 Prestrage. Vascelli alieni Knox o Brucel. Princeps Robur aggiunge punti combattimento. Buco Nero. Reti Magneto-Gravitazionali. Distorsioni Nullis.


Raggiungere il grado di Fabius, comandante in capo della VII Legio della Repubblica Solare. Nell'anno 1781 P.S. (post stragem) fu fondata la VII Legio. Essa faceva parte dell'Arma dello Spazio (A.D.S.), i cui compiti, in generale, erano quelli di agire entro la zona galattica sopra cui stendeva la propria influenza la Repubblica Solare (R.S.). organizzata sullo spirito del prestragico esercito romano repubblicano, l'ADS era divisa in legioni, ciascuna con compiti differenti: I Legio (Pretoriana) per la difesa ravvicinata del sistema solare, X Legio, per repressione su pianeti ribelli, II Legio per il pattugliamento sui confini dei sistemi ostili e così via. Compito specifico della VII Legio era quello di esplorare i settori di galassia non conosciuti e non contestati (almeno ufficialmente) né dalla RS né da altri regimi confinanti. In questi settori, delimitati di volta in volta, la Legio è trasferita via Porte Iperspaziali. L'esplorazione vera e propria parte da un pianeta-base la cui posizione, in rapporto alla zona stessa da esplorare è sconosciuta. La gerarchia della VII Legio è definita da 5 gradi: Decurio, Centurio, Proconsul, Consul e Fabius. A seconda del grado ricoperto, ad ogni Ufficiale Comandante (U.C.) è affidata una nave, la cui potenza è più o meno alta in rapporto al grado. L'attrezzatura, invece, di ogni nave è lasciata, salvo limiti imposti dalle caratteristiche particolari della nave stessa, alla libera scelta dell'UC che la allestirà secondo le esigenze del momento e le proprie caratteristiche individuali. Droidi-Tecnici dei cantieri legionari. Equipaggio composto da 3 fedeli veterani, per lo più provenienti dalle prigioni repubblicane. Laser Zip 3. Armi ad Aria HO1. Armi ai Siliconi SIL 12. Laser Zip 11. serbatoio J:NA, ad autorifornimento. Centro Statistiche Repubblicano. Princeps PSI avverte la presenza di reti e punti di uscita da distorsioni Nullius. Scienziato Alfonso Nulli nel 15 Prestrage. Vascelli alieni Knox o Brucel. Princeps Robur aggiunge punti combattimento. Ufficiali Scienziati. Computer Centrale. Spazio Computer. Diario di bordo del Decurio Notius, in attività dello spazio interno della galassia Cornifex su nave tipo Gladium denominata Marthia. La nave partì dal pianeta base nel 22° periodo del 1944 PS. Centro Studi Storici Repubblicano. Missus Repubblicano, riporterà al Senato Solare. La Confederazione Spazio Computer CSC nasceva nel 1836 PS a causa della necessità di attribuire ad un ente specifico le responsabilità della gestione di Pianeti Logici. A questi enormi ammassi autosufficienti di computers in orbita intorno ai pianeti centrali della Repubblica Solare erano collegati i terminali piazzati sulle varie navi. Esse potevano così avere un super controllo tecnologico senza particolari ingombri. Ad ogni gruppo di navi corrispondeva, su un Pianeta Logico, uno Spazio Computer tecnico uscito da un corso di durata minima ventennale, al quale è riferita la loro responsabilità. Buco Nero. Reti Magneto-Gravitazionali. Distorsioni Nullis. Tuta Bimper e tuta Leggy. STAN 203, tenuta da combattimento del legionario. Dopo la disastrose esperienze, scontate soprattutto dalla II Legio nella guerra contro i Parthi, gli Uffici Progetti Militari Solari hanno concentrato i loro sforzi per far coincidere la massima protezione fisica del legionario con la massima praticità, soprattutto in zone di galassie esterne in cui l'ala protettrice degli SC non riesce ad agire completamente. Ne è nata la tuta 'Stan 203' in cui si notano modifiche evidenti dal punto di vista della pressurizzazione alle giunture e dalla intensificazione di luce nel visore degli elmetti – 'Caesar'. BINBER E LEGGY, tute supplementari anti-radio, la presenza di forti elementi radioattivi su alcuni tipi di Pianeti non ha trovato risposta più soddisfacente, per Equipaggi sbarcati, della sovrapposizione alla tuta 'Stan' di altre forme di protezione. La differenza tra queste è essenzialmente lo spessore dello strato di Rodinox, in cui concentrati fasci di fibre carbonate e piombate. Ciò di cui tutti i legionari si lamentano è l'impaccio ai movimenti che le suddette protezioni provocano, riducendo sensibilmente il fattore di combattimento individuale. Purtroppo, almeno fino ad ora, a ciò non si è trovato rimedio se non con alternative improponibili a causa del prezzo dei materiali iperleggeri, insostenibili a livello di dotazione generale.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.