FANDOM


Le cronache che narrano del mondo 'Arachna' e che ne tracciano i dettagli comprendono alcune straordinarie traduzioni dei tampi antichi di questo mondo, ritrovate sotto forma di incisioni decorative su mura di cera in un antico palazzo-alveare abbandonato. Questo brano è tratto dalle descrizioni fatte da uno di essi.

Premessa: quando le Voseii anticamente erano un popolo belligerante in costante espansione militare, le fila del loro esercito comprendevano, come comandanti, guardie del corpo o leader di truppe, le sorelle Monache Nere. Nelle loro guerre di espansione la battaglia del Picco Perduto fu uno scontro epico per la conquista di un passo strategico attraverso cui il popolo delle Voseii potè accedere ad ampie terre da conquistare...

Dopo mesi di scontro campale contro gli eserciti al di là del passo, l'esercito Voseii riuscì ad arrivare al Picco Perduto, ultimo baluardo di difesa della coalizione che le opponeva. Il fulcro della battaglia vide coinvolte le truppe d'élite Voseii, comprendenti molte Monache Nere così come le principesse Voseii, future eredi al trono, che combattevano fianco a fianco, protette dalle guardie reali. Quasi sulla sommità del Picco, avanzando come furie inarrestabili, l'unità subì un assalto poderoso su un fianco rimasto colpevolmente scoperto da parte di un gruppo di enormi coleotteri corazzati. Lo schianto fu immane, ed una parte dell'unità finì per capicollare lungo un pendio. Una principessa Vosie scivolò lungo la ripida scarpata, fianco a fianco con una Monaca Nera ferita. La Monaca Nera era rimasta a malapena aggrappata alla roccia, stordita e sospesa sul baratro. La giovane principessa Vosie, il cui nome si è perso nei meandri della storia, era lì accanto, nella possibilità di salvarla, solo allungando la mano. La Monaca Nera, una guerriera esperta, era stata la principale addestratrice, ma forse anche nutrice, della principessa. In pratica la Monaca Nera era quello che di più simile c'è nella loro cultura ad una nostra madre. Secondo le strettissime dottrine del culto delle Monache Nere esse non possono ricevere aiuto esterno ma devono riuscire da sole, o perire piuttosto. La Monaca Nera non sarebbe stata in grado di resistere molto in quella posizione, non sarebbe mai stata in gradi di salvarsi. Alzando un ultimo sguardo verso la principessa, attese il momento della morte. Questa però non resistette al vedere la madre putativa morire senza fare niente, così che allungò la mano e la trascinò in salvo. Per la Monaca Nera questo fu peggio della morte, la negazione della sua vita. Dopo questo episodio, essa si esiliò in completo eremitaggio per espiare la colpa che da quel giorno si sarebbe tramandata su tutta la sua stirpe. Da essa si originò poi il culto delle Monache Nere come è oggi.
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.