FANDOM


A Modifica

Il Gran Ufficiale Cavaliere Templare Alexandru De Payns, più brevemente A, è l'ultimo gran ufficiale dell'Ordine e ultimo vero Templare, a quanto ne sa. La sua storia inizia nel 1308, quando l'Ordine venne sciolto e dichiarato eretico e tutti i Templari fuggirono, in fuga. Le varie congreghe si divisero e cercarono ognuna scampo come potè.

Presto fu chiaro a tutti che l'unico modo per sopravvivere diventava scivolare nell'ombra e sparire. Per questo la segretezza divenne prioritaria, maniacale. I Templari non si cercarono più, tanto da perdere la conoscenza l'uno dell'altro.

La congrega degli avi di A si rifugiò nel castello di Bran, vecchio baluardo Templare, al tempo in rovina. La congrega si sistemò nei suoi sotterranei, lasciando la parte visibile così com'era per non destare sospetti.

Col passare delle generazioni la congrega si è sempre più ridotta fino a che, oggi, non rimane solo A. Questo nome sta ad indicare, appunto, l'ultimo; ma anche il primo nel senso di eccellenza, ed è anche un simbolo di anonimato. L'anonimato e la segretezza sono tutto per A: per non rischiare lui non ha mai conosciuto nemmeno suo padre, almeno non di persona.

A fa parte anche dell'Ordine di Templari che conosciamo noi, che però è solo una copertura. Così come copertura è il castello: famoso come il castello di Dracula, è una meta turistica, così da non destare sospetti. In realtà, nelle ali e torri non frequentate dai turisti e nei sotterranei vive A.

I sotterranei del castello sono immensi, nessuno sa dove finiscano. Da essi, poi, si accede a un luogo ancora più straordinario: le stanze del tesoro dei Templari. Nei secoli il tesoro è stato accumulato e incrementato, e dentro vi si può trovare di tutto.

Il tesoro è accessibile attraversando un ponte in una enorme caverna sotterranea, su di un mare di lava. Si dice questo mare sia in realtà parte dell'inferno. A guardia del ponte sta Baphomet, un demone incatenato a questo compito ai tempi della massima grandezza Templare. Egli conosce ogni Templare e a chiunque altro provi a passare, senza il benestare di un Cavaliere, divora l'anima.

Il patto con Baphomet è solo uno dei tanti errori dell'Ordine di prima della sua destituzione. Infatti a quel tempo la conoscenza, il bene più prezioso e ricercato dai Templari, veniva utilizzata senza remora alcuna, senza freno. Così conoscenze di magia nera, patti coi diavoli e cose anche peggiori venivano utilizzate per ottenere potere.

Con la destituzione dell'Ordine però una nuova coscienza si è diffusa tra i Templari e ora A subordina alla morale e alla giustizia qualunque azione.

A è un uomo non troppo alto, con un pizzetto a punta, di mezza età. Quando può indossa una giacca e pantaloni di gran uniforme, con la stella rossa Templare al bavero e la sua spada da cavaliere.

Non si cura tanto dell'aspetto che ha perchè una delle sue capacità, derivate dalle consocenze esoteriche degli ipnotisti dell'800, è una capacità ipnotica istintiva. A è in grado di farsi percepire da chiunque gli stia accanto con l'aspetto che vuole, così come di non farsi vedere. Inoltre è in grado di parlare al subconscio degli altri, facendoli ubbidire ad ogni suo comando.

Sfruttando queste capacità unitamente alle già immense reti di conoscenze dell'Ordine A ha rapporti diplomatici e politici con un'infinità di organizzazioni, stati, personalità, così come una serie infinita di identità alternative. Non c'è quasi governo o società che non gli debba qualche favore.

A è ormai verso la mezza età, ma mantiene ancora un'ottima forma fisica e capacità di combattimento, come si conviene ad un Templare. La sua spada, presa dal tesoro dell'Ordine, sembra essere Excalibur, e con essa lui è imbattibile. La spada si tramanda di padre in figlio tra i Gran Ufficiali, e per A è l'unica cosa che lo leghi a suo padre.

In effetti, la sua vita, vista la segretezza che la contraddistingue, risulta molto vuota e solitaria. La sua identità, quella vera e senza maschere, non ha quasi amici.

A può accedere al tesoro Templare, che contiene cose incredibili. Una cosa che però non viene tenuta nelle stanze del tesoro è il Calderone delle Menti, una enorme ampolla contenente chissà quali liquidi e collegata a chissà quali sistemi elettrici e alchemici dentro cui vengono conservate iricordi di tutti coloro che si sono offerti di entrarvi dentro, a formare una unica memoria collettiva. Il Calderone è collegato al Cervellone, altro portento, un supercomputer fatto, allora, di valvole ed archi voltaici, e ora in parte rimodernato con tecnologie avveniristiche.

Il Cervellone venne costruito da Edison, il grande scienziato. Egli aveva capacità ben più elevate che quelle che tutti conoscono, e da sempre ha rifornito i Templari di invenzioni. Ovviamente in punto di morte la mente di Edison è stata trasferita nel Calderone. Il Cervellone a esso collegato, che già era una intelligenza artificiale sull'impronta delle mente di Edison, ha così potuto accedere alle conoscenze del grande scienziato (oltre che alle migliaia di altre menti) e ora praticamente è un Edison informatico, una mente che sa tutto, grande Hacker (e forse il più stretto amico di A).

Poche altre persone sono vicine ad A, almeno alla sua vera identità: sempre per mantenere il segreto, e per fare del bene (e bilanciare il tanto male fatto nei secoli passati), nei secoli i Templari hanno reclutato il personale che gli serviva tra i bambini abbandonati davanti alle chiese, tra gli storpi, i derelitti, con una particolare predilezione per i ciechi. Così il maggiordomo personale di A, Heike, che è stato anche chi lo ha allevato, è forse l'unico che lo conosce davvero.

Molti altri servitori di questo tipo sono sparsi per il mondo, nelle migliaia di sedi che i Templari hanno e che vengono sfuttate davvero di rado. Alcuni di questi hanno vissuto una vita intera senza aver mai avvicinato A.

Questi servitori sono anche quelli che sorvegliano e operano la rete di canali che i Templari usano da sempre per sopostarsi. Sono una serie infinita di canali sotterranei, raggiungibili da porte segrete e scale nascoste un po' ovunque, dentro cui scorre acqua a gran velocità e che A naviga con dei siluri sommergibili elettrovoltaici. Con questo sistema A può viaggiare a 300 chilometri l'ora per tutta l'Europa, l'Asia e l'Africa.

Per accedere all'Australia e all'America invece esistono una serie di statue e piedistalli gemelli, posizionati in alcune stanze apposta nel vecchio continente e in oscure piramidi maya o in caverne del tempi degli aborigeni. Salendo su un piedistallo vuoto A si trasforma in statua e la corrispondente statua dall'altra parte diventa A in carne ed ossa.

Per quanto ne sa A lui è l'unico Templare rimasto in vita. Certo altre congreghe potrebbero esistere ancora. A però non si azzarderà mai a cercare gli altri, così come non chiederà mai ad un servo, magari del sistema di tunnel e sottomarini, se un altro Templare vi abbia mai viaggiato. Se lui chiedesse, anche altri potrebbero farlo, e la sua identità verrebbe compromessa.

Da secoli, il compito dei Templari di proterre i pellegrini è stato preso in maniera più figurata, e ora A agisce per proteggere tutti coloro che si muovono per raggiungere un livello più alto di consapevolezza, conoscenza e giustizia; agendo di conseguenza contro chi tenti di sfruttare gli altri, opprimere, bloccare o in qualche modo ostacolare, fomentando qualunque forma di arretramento, in primis la guerra e il conflitto.

Club di Roma Modifica

<<Il Club di Roma è una associazione non governativa, non-profit, di scienziati, economisti, uomini d'affari, attivisti dei diritti civili, alti dirigenti pubblici internazionali e capi di stato di tutti e cinque i continenti. La sua missione è di agire come catalizzatore dei cambiamenti globali, individuando i principali problemi che l'umanità si troverà ad affrontare, analizzandoli in un contesto mondiale e ricercando soluzioni alternative nei diversi scenari possibili. In altre parole, il Club di Roma intende essere una sorta di cenacolo di pensatori dediti ad analizzare i cambiamenti della società contemporanea.>>

Cospirazione.net Modifica

Questo è il sito di riferimento per tutte le informazioni sulla cospirazione e le teorie ad essa collegate. Il sito è particolarmente ben gestito, ben documentato, ricco di particolari e... falso. Tutto ciò che c'è qui è una balla, tutto ciò che dicono gli autori del sito è falso, così come questa stessa affermazione.

David Icke Modifica

David Icke è un rettiliano, e uno rinnegiato. È l'ultimo del suo gruppo, che tempo addietro tentò di conquistare il nostro mondo da solo, in contrasto con tutti gli altri rettiliani. Icke è ormai rimasto solo, e non è più un pericolo per gli altri rettiliani, per cui viene lasciato fare. Egli sta cercando, ancora, di acquisire tanto potere da poter governare il mondo.

Gruppo Bilderberg Modifica

Ogni anno i potenti della terra si riuniscono in una conferenza a porte chiuse, i cui lavori sono rigorosamente tenuti segreti. Il motivo è che non si tratta di lavori. In queste riunioni i potenti della terra si divertono. E' l'unico momento di vacanza e di svago vero, in cui nessuno cospira, trama o ha secondi fini. Tra l'altro, in queste occasioni i potenti ne approfittano per prendere in giro la gente normale. Spesso girano storie, si sfottono nazioni, si creano barzellette. Qui, tutto è concesso. Primi ministri flirtano con politici dei paesi nemici, e dello stesso sesso. Religiosi abbandonano precetti e tonache.poi tutto torna alla normalità per un altro anno di duro lavoro.

Illuminati di Baviera Modifica

Società segreta bavarese del secolo XVIII. In poche decine di anni la società è cresciuta, i suoi membri hanno acquisito grande potere, ed è stata combattuta e osteggiata da altre società segrete e nazioni, per poi rifugiarsi nell'ombra. I suoi membri più elevati sono riusciti nell'intento di elevarsi all'illuminazione, e da allora sono vivi e partecipi in quasi tutti gli affari del mondo, nel controllo dell'ordine mondiale e in innumerevoli altri affari personali. Questi esseri non sono più forse nemmeno definibili uomini, ma entità dalle capacità smisurate e dagli scopi imperscrutabili.

Massoneria Modifica

Grande Oriente d'Italia Gran Loggia Regolare d'Italia Wikipedia

La Massoneria è tutto e niente. È la maggiore società riservata (non è una società segreta) al mondo, ancora vita e prolifica dopo trecento anni. La sua facciata pubblica è quella che ben si conosce. La sua facciata segreta, invece, consta di circoli interni alle logge, dove si prendono decisioni che indirizzano l'ordine mondiale delle cose. Semplicemente, non c'è avvenimento importante che non sia stato discusso, e non abbia avuto l'autorizzazione, di un circolo interno a una Gran Loggia. In qualunque cosa accada al mondo è coinvolto un massone. La Massoneria è il mondo, il mondo è la Massoneria. Ormai queste due entità non sono più scindibili.

Nuovo Ordine Mondiale Modifica

Il nuovo ordine mondiale esiste già. I Massoni da tempo controllano di fatto ogni banca, stato, organizzazione, società al mondo. Il NWO è di fatto in vigore dalla sconfitta di Hitler, ultimo oppositore a un controllo totale mondiale da parte di un cartello di potenze occulte.

Quadrivium Modifica

Il Quadrivium è un forum online molto particolare. L'origine pare risalga al tempo dei greci: per loro era il luogo in cui gli dei si incontravano per parlare. Un luogo franco in cui ognuno poteva esprimere le proprie opinioni, idee, su come andava il mondo. Liberamente perché gli dei non lo frequentavano con le loro identità ma trasformati in qualcosa di diverso ogni volta. Era quindi impossibile sapere con chi si stava parlando e chi fossero gli altri interlocutori.

Le prime prove certe sono dei tempi di Giulio Cesare. Al tempo era in forma epistolare. Chuchill ed Hitler lo frequentavano. E' da sempre un luogo in cui i grandi del mondo possono dire la loro, porre i propri dubbi, cercare consigli, chiedere opinioni, tentare di trovare risposte.

Certamente non si sa chi risponde in quale veste lo fa e quali siano le motivazioni che lo spingono, per questo non vi è mai alcuna certezza nel Quadrivium. Però al tempo stesso è anche l'unico luogo in cui è possibile ottenere le risposte che non si ha modo di avere con alcun altro mezzo.

Molti dicono non si sappia se serve a qualcosa oppure no. Probabilmente non serve a niente avere una risposta se non si sa se è quella giusta o sbagliata. Però tutti lo ritengono una cosa indispensabile, probabilmente perché ognuno crede di essere più furbo di tutti gli altri quindi di poter dedurre da esso quello che gli altri non vogliono dire; i potenti sono inveitabilmente parecchio presuntuosi. Forse per molti è come un gioco d'azzardo, una dipendenza.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.