FANDOM


PIRATI Modifica

L'oceano sotto i suoi occhi era una distesa liquida e salata color cobalto senza nessun limite. Sopra solo azzurro dominato da raggi cocenti o, a tratti, ammassi di sfumature di nero, vortici lampeggianti, sferzare di venti carichi di umido e tuoni. Tra il blu Nettuno ascoltava le voci delle sue Ondine, il crespo bianco sopra le punte delle onde sollevate dal vento. Parlavano dei loro giochi di fanciulle, sempre così curiose degli uomini sui minuscoli galeoni:

- guarda quel piccolo vascello, lo chiamano PescePiratA. Ci sono stata vicino, si odono voci ridere, e tanti pirati che vanno e che vengono.

- Ih ih, sono proprio strani questi pirati.

- Ma non dovrebbero essere dei rudi assassini?

- Non credo proprio. Guarda quello là: sentite? C'è una musica sotto coperta tanto forte da sentirla fin qua. La nave ne è scossa, quasi spinta.

- Quella là in fondo, la chiamano La Feccia Dei Velieri. Non promette molto di buono.

- Ah ah, avete ragione. Quell'altra là in fondo l'ho visitata io. Ridono sempre e stanno tutti sciatti e inconcludenti a far niente sul ponte. Ogni tanto attracca o avvicina una nave per leggergli delle cose poi se ne vanno tutti contenti, lasciando buon umore.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.