FANDOM


Dalla 'Storia dei popoli di Kremlin' Modifica

del Monaco Dimitri

E gli uomini uscirono dalle caverne in cui si erano rifugiati dopo il Lungo Inverno seguito alla Catastrofe. La luce del sole abbagliò di nuovo i loro occhi dopo centinaia di anni, ed essi erano ormai come bestie, ed il terrore per l'astro e per l'immensità del mondo li prese, tanto che essi fuggirono. E allora il Santo Skopilaj li spinse ad uscire, ed essi camminarono nudi sulle loro terre dopo tanto tempo.

Per molti altri anni essi continuarono ad abitare nelle caverne, dove il vapore di Madre Terra era caldo ed accogliente, ma guidati dal Santo Skopilaj cominciarono ad esplorare il mondo esterno. Qui scoprirono antichi libri e conoscenze, ricominciarono a rendere abitabili le antiche dimore di cemento, e così lentamente uscirono dallo stato di ferale barbarie in cui erano precipitati nelle generazioni vissute nel sottosuolo. Cominciarono ad indossare vestiti, ripresero la parola ed il culto degli dei e girarono per tutta la valle di Kremlin, fermandosi solo alle montagne che la delimitano in tutte le direzioni, e trovarono il grande Kremlin. Le sue alte torri sovrastate da minareti e tetti a cupola, le sue immense mura rosse e bianche, la maestosità ed il mistero che emanava lasciarono senza fiato gli uomini che lo ammirarono, ed esso venne preso come centro del mondo. Essi però, non comprendendone la natura, si limitarono a venerarlo come un dio, come il Santo Skopilaj gli insegnò.

Poi venne il Profeta Mevich. Egli era una persona santa ed illuminata, e fu colui che riuscì ad aprire la porta Sud, ed a penetrare nella struttura. Allora il Kremlin prese vita. La luce si sprigionava da esso, e suoni e rumori cacofonici si udivano dalle sue torri. Gli uomini cadevano in ginocchio al suo cospetto, ed il Profeta cominciò a parlare da esso, ed egli svelò agli uomini il segreto del metallo e come ingabbiare la potenza del vapore. Grazie a queste conoscenze gli uomini furono in grado di uscire definitivamente dalle caverne, potendosi scaldare grazie al vapore convogliato dalle viscere di Madre Terra o grazie al Carbone estratto da essa, e le popolazioni confluirono attorno al Kremlin e fondarono la grande città costruendo le loro case finalmente fuori dal sottosuolo. Gli uomini impararono a sciogliere la neve per avere l'acqua, a coltivare nelle serre le piante, a navigare con le navi a pattini sui fiumi gelati, si iniziarono al culto del Kremlin e del suo Profeta e si arricchirono e prosperarono in molti altri modi.

E fu così che il Profeta ed il Kremlin divennero una cosa sola, ed egli aprì le porte agli uomini santi ed a quelli capaci di progettare le macchine, per far sì che essi entrassero nelle zone più esterne di esso, dove poterono migliorare le loro conoscenze e rivelarle a tutte le genti. E' di allora la meccanizzazione del Kremlin, con l'apposizione di ingranaggi e ciminiere nella sua struttura, e la costruzione delle grandi fabbriche nei suoi sotterranei. Incredibili macchine e mistiche profezie provennero dai monasteri e dalle fabbriche all'interno di Kremlin, e portarono benessere e sapienza a tutto il popolo.

E fu così che nacquero le caste, i Compagni uomini comuni, i Monaci, i Sapienti.

Poi venne l'anno del Compagno Gerinkl, il grande leader che venne invitato all'interno di Kremlin. Egli entrò a far parte di esso, come prima il Profeta Mevich, per preservarne la grande coscienza e renderla parte della volontà che governa il Popolo, per il bene di tutti. E da allora tutti i grandi leader di persone, come anche i più importanti e valenti Monaci e Sapienti, vengono chiamati ad entrare a far parte di Kremlin, in modo da poter continuare a servire la comunità per i secoli.

Da allora il nostro popolo è governato dalla volontà di Kremlin e di tutti coloro che sono entrati a farne parte, il Partito, che ci danno quello che ci serve, ci dicono come lavorare e come portare più efficientemente il nostro contributo alla causa del Popolo e dirigono le energie di tutti noi per il benessere comune. Ed il progresso continua tuttora, con l'invenzione dei rotori verticali è oggi possibile sorvolare le grandi montagne ai confini di Kremlin ed esplorare le terre oltre di esse, per il bene di tutti i Compagni e per la gloria delle nostre genti e del grande Kremlin.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.