FANDOM


Il futuro passato Modifica

Il mondo del 2748 è figlio di una storia che comincia nel 2613. In questi anni il mondo è governato dalle megacorporazioni, che posseggono praticamente tutte le risorse del pianeta nel nome del libero mercato. Gli stati nazionali sono ormai solo burattini nelle loro mani, tanto che gli Stati Uniti d’America sono stati comprati, letteralmente, dai cartelli corporativi cui non riuscivano più a pagare i debiti, divenendo proprietà privata. La maggioranza dei cittadini del pianeta deve la propria vita alla stessa grande industria per cui lavora, che produce la loro casa, il loro cibo, le loro medicine, il loro divertimento. Le guerre tra le corporazioni segnano le sorti del mondo, portando con loro alla gloria od all’oblio intere masse di popolazioni.

La tecnologia è l’unica risposta a tutti i bisogni dell’umanità. La Matrice (la rete informatica globale) è ormai un mondo a se stante, da quando le informazioni in essa viaggiano sotto forma di realtà virtuale e i viaggiatori che vi entrano vengono trasferiti con tutta la loro mente al suo interno. I voli suborbitali possono portare a basso costo in una qualunque parte del mondo in poco più di un’ora, il chip medico personale è in grado di provvedere a tutti i bisogni sanitari di un uomo senza che questi debba nemmeno uscire di casa.

L’integrità e l’altruismo sono ormai un ricordo sbiadito. Le persone vivono come riflesso della moralità distorta dei tempi, basando la loro esistenza esclusivamente sulla ricerca del profitto e del guadagno personale. I pochi che ancora cercano un senso più profondo alla loro vita spesso si ritrovano a seguire le dottrine mistiche e magiche di profeti da strada o ciarlatani da rete privata della domenica mattina, visto che le religioni convenzionali non riescono a dare risposte sufficienti e spesso sono corrotte o troppo prese a preservare loro stesse per occuparsi dei veri bisogni morali dell’umanità.

Figlia di tali culti esoterici e metafisici è la Rovina, l'evento che sconvolgerà il mondo per sempre. Il cardinale, scienziato, esperto di informatica ed affiliato a sette magiche ed eretiche dal nome di Dimeon Wu aveva sviluppato una teoria secondo cui la Matrice ed il Sogno (quello che oggi chiamiamo il Paradiso) erano collegati. Egli riuscì a penetrare così a fondo nella Matrice da arrivare a toccare il Sudario, il limite che separa il nostro mondo dal Paradiso, ed a superarlo. Questo scatenò una sorta di esplosione, un olocausto che coinvolse il mondo reale, il mondo spirituale del Paradiso e dell'Inferno e ed il mondo virtuale della Matrice in egual misura, come se Dio avesse dato un colpo di spugna sul creato. Tale sconvolgimento ha portato distruzione e decadimento, ma ha anche dato il via ad un processo di mutazione, ha aumentato di un'ordine di grandezza il ritmo naturale di trasformazione di tutte le cose, sia sul piano fisico e reale che sul piano sociale, morale o mentale.

Il mondo reale Modifica

Con la Rovina la superficie di Gaia è stata sconvolta dall'equivalente di una guerra atomica. Il riscaldamento globale dovuto all'inquinamento ed alla dissoluzione dello strato di ozono ha reso il mondo un deserto, tranne nelle zone totalmente abbandonate dall'uomo dove la vegetazione selvaggia ha ricominciato prepotentemente ad avanzare ad un ritmo sconosciuto. La luce diretta del sole sulla pelle scoperta è in grado di bruciare e produrre piaghe anche mortali dopo poche ore di esposizione. Lo scioglimento dei ghiacci ha alzato il livello del mare di quasi 90 metri, e molte delle città costiere sono ora sommerse o sono diventate città marine, galleggianti.

I governi nazionali sono allo sbando da tempo e la geopolitica mondiale è controllata da quelle che vengono definite le Grandi Casate, i grandi cartelli corporativi che governano l’economia mondiale e con essa le vite delle masse. La democrazia è un concetto ormai quasi dimenticato. Le nozioni stesse di bene o male sono in continua discussione e la distinzione tra giusto o sbagliato sta diventando quanto mai soggettiva. La maggioranza della popolazione si trova a non avere più alcun punto di riferimento, ed ognuno cerca individualmente le risposte che la società non può più dare. Gruppi di ogni genere, sette di fanatici e chiunque abbia modo di esercitare un po’ di forza dispensano giustizia sommaria dove la loro interpretazione personale dei concetti di bene e male gli dice ce ne sia la necessità.

Avventurarsi nelle Terre Selvagge, come viene spesso chiamato l’ambiente esterno, è un’avventura che bisogna esser ben preparati ad affrontare. Le strade sono spesso interrotte e le altre infrastrutture, come acquedotti, depuratori o ponti, spesso non sono più utilizzabili. Ovunque spadroneggiano bande di predoni e violenti. La maggioranza della popolazione vive isolata in gruppi più o meno grandi. Chi sceglie di vivere libero in piccole città fortificate, grotte, ex complessi di bunker o magazzini sotterranei deve lottare ogni giorno per trovare le risorse per sopravvivere, anche solo alle potenzialmente mortali condizioni ambientali. In Europa i castelli sono stati di nuovo abitati dopo secoli. Le grandi città che sono sopravvissute più o meno intatte e che riescono a mantenere attive parte delle infrastrutture industriali e commerciali sono ancora abitate dalle comunità più grosse. Viverci ha l’indubbio vantaggio di beneficiare della protezione dei ricchi e dei potenti che vi risiedono. Questo però spesso significa non avere la stessa libertà di chi sopravvive in zone più isolate. La società già tremendamente stratificata è ormai divisa in caste, con i pochi ricchi che abitano le porzioni più alte dei grandi palazzi cittadini e la massa di poveri che lottano tra le strade sotto di essi, nei Nuclei, i ghetti che giacciono sotto i livelli commerciali e residenziali delle megalopoli. In ultimo molte delle arcologie pre Rovina hanno resistito all’olocausto o sono state riparate. Questi enormi complessi o palazzi grandi come una cittadina sono entità autosufficienti dalle quali gli abitanti spesso non escono mai durante tutta la vita. Le condizioni di vita al loro interno sono forse le migliori, purtroppo però abitarvi significa essere totalmente schiavi delle multinazionali che posseggono l’arcologia.

Le religioni che conosciamo sono state spazzate letteralmente via dalla Rovina, sia come diretta conseguenza della Rovina stessa (sembra che le menti di molti semplicemente non le ricordino più) che perché incolpate da tanti di essa, per essere state cieche ai bisogni dell’umanità fino all’inevitabile. Il loro posto è stato invece preso da una moltitudine di nuove religioni, molte delle quali nascono e muoiono in brevissimo tempo, altre delle quali invece sono abbracciate da intere popolazioni. Alcune di queste nascono da credi esoterici, mistici o gnostici preesistenti prima della Rovina. Altre sono nate con lo scopo di dare una spiegazione o un’interpretazione alla Rovina stessa, oppure basano il loro credo sulla Rovina e su Dimeon Wu (prendendolo a volte come messia, a volte come apostata, o anche in entrambi i ruoli insieme). Altre ancora sono mutuate da ideologie politiche o sociali, come le molte sette di ex militanti ecologisti ora divenuti fanatici religiosi ecoterroristi. D’altra parte la Rovina sembra aver portato nelle coscienze una nuova attenzione verso lo spirituale ed una propensione verso il nuovo ed il soprannaturale. Questo ha di conseguenza fatto aumentare la quantità di persone che si scoprono Illuminate, che realizzano cioè di avere alcune capacità esoteriche fuori dal comune, prima fra tutte quella di poter vedere e/o comprendere entità o realtà che prima erano precluse agli occhi umani.

Tali rivoluzioni di fede sono accompagnate da una corrispondente rivoluzione culturale. La nuova propensione verso il cambiamento ha portato un dinamismo sociale ed intellettuale che sta cambiando il volto del mondo dal suo interno forse più che gli effetti esteriori della Rovina. Come prevedibile c’è stato un diffuso rifiuto della tecnologia, accusata di essere il veicolo tramite il quale il male si è propagato. A questo si accompagna un corrispondente ritorno a mezzi più tradizionali (d’altra parte ormai certe tecnologie non sono più alla portata di tutti), come la carta, la manodopera umana, l’artigianato. Nelle classi alte si è poi diffuso un nuovo stile culturale detto Vittorianesimo, con le famiglie potenti che hanno ricominciato ad assumere servitù umana e ad apprezzare l’arte non digitale, oltre che a vestire con abiti che ricordano le lucide bluse e le camicie sbuffanti dei secoli antichi.

Il mondo virtuale Modifica

La rete informatica globale è quella che ha comprensibilmente risentito maggiormente degli effetti della Rovina. Nei tempi precedenti la Matrice era diventata l’unica via attraverso cui transitavano tutte le informazioni del pianeta, dai messaggi militari top secret all’immagine della zia che suona al videocitofono. Dopo la Rovina la Matrice sembra aver cominciato un processo di decadimento che pare irreversibile. Tempeste di dati e sacche di informazioni tossiche, intere zone che imputridiscono ogni giorno di più, la Rete è diventata un luogo pericoloso anche per il più esperto dei ‘liner (i navigatori più esperti). Essa sembra aver acquisito una sorta di personalità, arcigna e sinistra. I grandi Array di dati (le città virtuali che contengono la maggioranza delle informazioni) sono percorsi oggi da entità oscure e malevole, AI impazzite o esseri rapaci che assalgono i visitatori meno prudenti.

Come se non bastasse il confine tra virtuale e reale, come anche tra virtuale e spirituale, è diventato indistinto. Le Fughe di Realtà sono portali che permettono il passaggio di entità tra la Matrice ed il Mondo Perduto e viceversa. Le Fughe sorgono spesso in luoghi di una qualche importanza terrena, virtuale o del mito. Il fenomeno della fuoriuscita di AI dalla Matrice che acquistano un corpo fisico viene definita Replica, in particolare quando tali AI sono Costrutti, cioè entità nate nella Rete da masse di dati su di una persona famosa o mitologica del passato o della fantasia.

La presenza di Costrutti ed AI sta costantemente aumentando, così come spontaneamente nascono un giorno, e a volte spariscono il successivo, le Peculiarità, zone di spazio virtuale che contengono intere realtà alternative.

Le sovrapposizioni tra la Matrice e gli altri mondi non finiscono qui: da sempre i Demoni del Pandemonio (quello che noi chiamiamo Inferno) hanno trovato più facile traviare le coscienze degli uomini attraverso la Rete, ma dopo la Rovina le Celle (le città del Pandemonio abitate dai Diavoli) sono entrate a far parte della Matrice, sotto forma proprio di Peculiarità, ed ora, purtroppo, esse sembrano destinate a seguirne la sorte. Infatti alcune di esse sono state spazzate via al momento della Rovina, altre sono state solo danneggiate, altre si teme possano sparire da un giorno all’altro.

Per questo i Veri Caduti (i Diavoli) sono molto impegnati nel cercare di mantenere integra il più possibile la Matrice, che molti chiamano casa. Alcuni di loro poi lavorano per oltrepassare il Sudario (il limite che separa il Paradiso dalla Matrice), che sembra assottigliarsi ogni giorno di più. Anche il termine Cacofonia è stato coniato da loro. Essi la descrivono come un frastuono sottostante le loro Celle corrotte, le Peculiarità in decadimento ed i grandi Array spazzati da vortici digitali, una tempesta di suoni e colori e luci caotica, selvaggia. Alcuni sussurrano che questo rumore esasperante continuerà a guadagnare forza fino agli ultimi giorni, quando tutta la Matrice crollerà su sé stessa.

Cosa potrebbe portare una tale catastrofe nessuno lo sa. Certo molti temono che le connessioni tra Matrice, realtà e mondo spirituale siano più radicali di quel che sembra. Tanti azzardano il termine Apocalisse, c’è chi suggerisce una sorta di Big Bang al contrario; comunque tutti temono per la sorte dell’intero universo.

Il mondo spirituale Modifica

Sugli effetti e le cause della Rovina si è speculato in molti modi. Alcuni Coscienti (coloro in grado di percepire istintivamente il Sogno) dicono che perfino il Sogno e gli esseri misteriosi che da sempre lo abitano siano stati mutati da essa. Alcuni di loro infatti sono impegnati nel cercare di porvi rimedio.

La Rovina però non ha colpito nessuno più di quanto non abbia fatto con i Caduti (gli Angeli ed i Diavoli, le cui origini sono comuni). Grazie alla Rovina il Velo (il confine che racchiude il Pandemonio) si è squarciato ed i Veri Caduti (i Demoni) hanno potuto entrare nella Matrice e nelle Terre Selvagge. Ora camminano liberamente su questa terra, anche se pochi tra gli uomini ne sono pienamente coscienti, perché essi mantengono segreta la loro presenza e celato il loro vero aspetto. Purtroppo però essi sono ora preoccupati per la sopravvivenza del loro regno, che ora fa parte della Matrice e con essa potrebbe condividere la sorte. Per questo molti di essi hanno accantonato le antiche rivalità e rancori ed hanno cominciato una nuova esistenza nell’insegna della collaborazione con gli Infedeli (come chiamano gli uomini) o anche con gli Abbandonati (gli Angeli), nel tentativo di mantenere il più possibile integra la Rete.

Alle Moltitudini Angeliche forse è toccato un destino peggiore. Al momento della Rovina tutte le attività nell’Unica Città (il luogo abitato dagli Angeli in Paradiso) cessarono e questi caddero, letteralmente, dal cielo sulla terra.

Cosa sia accaduto a Metatron, il capo degli Angeli spesso accomunato alla Luce, a Dio stesso, nessuno lo sa. L’Enigma di Metatron, come viene definito, è un mistero che in molti hanno cercato di spiegare. Non si pensa sia stato distrutto dalla Rovina. Forse potrebbe essere sulla Terra come gli altri Angeli, ma allora perché si nasconde? Che li stia mettendo alla prova? Che li abbia puniti per un peccato dimenticato? Che sia arrivato il tempo del Giudizio Universale? Che essi siano stati mandati per preparagli la strada? Nessuno lo sa.

Ciò che comunque più ha influenzato gli Abbandonati è la scoperta del Libero Arbitrio. Nell'Unica Città essi vivevano nella Luce, non dovevano porsi alcuna domanda, ma solo seguire i comandamenti e le leggi stabilite per loro da una volontà superiore ed infallibile. Ora che i loro corpi sono diventati di carne e sangue, essi sono preda di tutte le sensazioni ed emozioni terrene. Essi devono affrontare i dubbi e le questioni morali, devono porsi domande e confrontarsi con la possibilità di sbagliare. A questa tempesta di nuove sensazioni e dilemmi morali, ognuno di loro ha reagito in maniera diversa, a volte eccessiva. Più essi si abbandonano alle sensazioni mortali, più si allontanano dalla loro natura celeste e perdono le loro peculiarità sovrannaturali. Chi di loro si fa prendere totalmente da queste sensazioni rischia uno stato chiamato Estasi o Terrore, in cui diventa totale preda delle sensazioni mortali, divenendo come una bestia priva di autocontrollo ed incapace di razionalizzare.

Così i Caduti si sono reincontrati nel Mondo Perduto scoprendo che stranamente distinguere un Demone od un Angelo, tra loro o con un Infedele, non è così semplice come può sembrare. Infatti i Demoni dai tempi dello Scisma (da quando decidettero di abbandonare il Paradiso) hanno abbracciato il Libero Arbitrio ed hanno quindi cominciato a perseguire motivazioni e scopi vari e personali, molti dei quali non sono diversi da quelli di ciascuno di noi (e quindi non intrinsecamente malvagi o diabolici). Invece gli Angeli sono rimasti molto segnati dallo shock dato dal Libero Arbitrio, avendo reazioni molteplici e spesso eccessive. C'è chi si è rinchiuso in sé stesso, rinunciando e fuggendo dalla propria nuova condizione, rifugiandosi magari in una emozione o via di condotta e portandola all’estremo, od incolpando l’umanità tutta della loro nuova e misera condizione. C'è chi invece ha abbracciato totalmente e senza ritegno la propria nuova umanità, divenendo schiavo delle passioni mortali. Alcuni tra i Caduti ora vengono chiamati Eremiti, esseri che si rifugiano negli angoli più remoti della Terra Perduta o delle loro coscienze, in costante fuga da una condizione che non riescono ad accettare. Altri vengono chiamati Etnarchi, figure che si ergono come nuovi protettori e condottieri delle genti mortali, che dominano intere nazioni, religioni e potenze economiche nel nome di un Dio ormai perduto (o di loro stessi). Ancora c’è chi si è reso guida o profeta di una delle nuove eresie, sperando così di ottenere un giorno il potere di rifondare un nuovo ordine celestiale secondo il proprio capriccio. C'è anche chi insiste nel mantenere vive le antiche Tradizioni, per un giorno poter ricreare l’ordine angelico così come era un tempo o magari fondare qualcosa di simile ad esso qui nel mondo mortale, senza riuscire ad accettare di smettere di guardare indietro ed andare avanti. In pratica i Caduti si sono ritrovati ad avere attitudini ed obiettivi tanto vari quanto quelli di noi uomini (e spesso molto più estremi).

Non tutto però è grigio all’orizzonte del Libero Arbitrio. I pochi Caduti che cercano veramente un equilibrio nella loro nuova condizione semimortale possono tentare di seguire i Sentieri dell’Assiah. Esse sono codici di comportamento, modi di essere, approcci filosofici e modi di interpretare il mondo, per certi versi simili alla moralità umana. Tali vie sono molteplici e molto diverse tra loro, perché ogni Caduto le abbraccia in maniera unica e personale. Chi riesce a seguirle ed a trovare un compromesso tra la propria antica natura celeste e la nuova natura terrena può sperare di raggiungere l’Eidolon, lo stato di grazia in cui il conflitto interiore non più li tormenta.

Oltre a ciò un’altra evenienza positiva allevia le coscienze dei Caduti: alcuni dei poteri e delle capacità che li distinguevano nell’Unica Città continuano ad aiutarli ad affrontare il mondo spietato in cui sono costretti a sopravvivere. Uno di essi è il Segno, la capacità di un Caduto di identificare istintivamente i propri simili. Più di ciò i Canoni, i miracoli che gli Infedeli narrarono nelle loro scritture (e che i più Illuminati tra loro potevano parzialmente utilizzare come magia e sortilegi), sono ancora presenti anche se indeboliti. Essi sono le capacità che ogni Caduto possedeva per poter esercitare i propri compiti nell’Unica Città. I Canoni attingono per funzionare all’Akasha o Aura, l'energia dell'universo che si dice derivi dal mondo dei mortali e probabilmente dalla loro fede. Esistono però alcuni punti mistici della Terra Perduta in cui ci sono riserve di Akasha da cui è possibile attingere, e per questo alcuni sostengono che l’Akasha rimasta sia solo la rimanenza del corpo disgregato di Metatron, e quindi essa è destinata a finire, anche se tutto questo è solo una teoria.

Sette convinzioni Modifica

In questa Terra Perduta in cui Angeli e Diavoli non si riescono a distinguere tra loro anche le distinzioni morali tra bene e male, e quindi tra peccato e virtù, non valgono più. Per questo si è affermato un nuovo sistema morale, un nuovo modo di categorizzare le attitudini etiche che comprende e riunisce i vecchi. I sette peccati capitali e le sette virtù teologali e cardinali sono state accomunate nelle sette Convinzioni:

L’Acquisizione Modifica

è la convinzione seguita da coloro che pongono il guadagno di denaro o di potere in generale sopra ogni altra cosa. Il controllo ed il potere portano alla conquista dell’universo. Viene fatta corrispondere alla Virtù dell’Amore ed al Peccato dell’Avidità, il cui opposto è la Libertà;

La Dedizione Modifica

è la convinzione seguita da coloro che credono che la devozione e la fede in coloro che possono mostrarci la via sia l’unica strada per la salvezza. Sono seguaci di un potere superiore. Viene fatta corrispondere alla Virtù della Fede e al Peccato dell’Orgoglio, il cui opposto è l’Umiltà;

La Stasi Modifica

è la convinzione di coloro che credono che la spirale della decadenza non si possa fermare, e quindi se ne fanno coinvolgere completamente. Comprende i drogati di Anubis, e tutti coloro che si abbandonano alla decadenza senza resistere. Viene fatta corrispondere alla Virtù del Coraggio e al Peccato dell’Accidia, il cui opposto è la Diligenza;

La Tradizione Modifica

è la convinzione di coloro che credono che nel rispetto delle tradizioni e degli antichi modi di vita si celi l’unico modo di sopravvivere in questa Terra, senza continuare a scivolare lungo la spirale della decadenza. Viene fatta corrispondere alla Virtù della Speranza ed al Peccato dell’Invidia, il cui opposto è la Gentilezza; La Ribellione è la convinzione seguita da coloro che rifiutano l’autorità e le leggi, riconoscendo la propria via come l’unica possibile. Sono disposti solo a comandare e mai ad obbedire. Viene fatta corrispondere alla Virtù della Giustizia ed al Peccato dell’Ira, il cui opposto è la Pazienza; La Conservazione è la convinzione di coloro che credono nel mantenimento e nel ripristino degli equilibri naturali della Terra. Sono quelli che difendono sopra ogni altra cosa la madre Gaia e perseguono la salvezza dell’ecosistema. Viene fatta corrispondere alla Virtù della Prudenza ed al Peccato della Lussuria, il cui opposto è la Castità;

L’Evoluzione Modifica

è la convinzione di coloro che credono che il progresso e l’evoluzione tecnologica siano l’unica strada per sopravvivere nel mondo d’oggi, ma anche in generale chi abbraccia continuamente nuove esperienze e cerca nuove strade. Viene fatta corrispondere alla Virtù della Temperanza ed al Peccato della Gola, il cui opposto è l’Astinenza.

Alcuni poi considerano una ottava convinzione: la Tecnologia, in cui fanno confluire tutto ciò che è tecnologico e per questo intrinsecamente amorale.

Conclusione Modifica

Quale sarà il destino di Infedeli e Caduti insieme, dunque? Questa è la domanda cui tutti vorrebbero saper rispondere. La teoria più accreditata sostiene che la bizzarra sorte che accomuna tutti gli esseri che abitano la Terra Perduta terminerà con l’Apocalisse. Tale avvenimento però non sarà quello predetto nelle Sacre Scritture, ma qualcosa di altrettanto definitivo e sconvolgente. Molte potrebbero essere le facce che assumerà l’Apocalisse. Una guerra totale, il perdono, una resurrezione, il giudizio universale. Certo è che non sarà tanto importante come avverrà il Giudizio Universale quanto chi sarà colui che giudicherà...

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.