FANDOM


Estratto da: “Cronache della IV era”

Luminoso Imperatore, ho notizie che sono sicuro non potranno che rallegrarla. Purtroppo durante il nostro viaggio molti pipistrelli viaggiatori sono morti, data l'importanza del messaggio ho deciso di affidarlo agli ultimi tre volatili, per essere sicuro che giunga fino alla Vostra Santità. Ci siamo diretti a nord per giorni, oltrepassando le montagne che solo dalle più alte torri del Vostro Paradiso di Luce si possono scorgere in lontananza. Man mano che salivamo faceva sempre più freddo, ancora prima di lasciarci la nebbia alle spalle il ghiaccio ricopriva tutto. Abbiamo perso tre validi uomini nella scalata, ma finalmente abbiamo raggiunto la cima. Signore della Luce, sulla cima abbiamo incontrato animali mai visti, anche Sofrone ha dichiarato di non avere mai visto niente di simile. Sono aquile ma non lo sono, sono leoni ma non lo sono; sono più grandi di un grosso cavallo e ma non docili. Sofrone è convinto di riuscire ad addestrarne qualche esemplare in poco tempo, ha spesso addestrato dei leoni per le arene del suo paese, e le aquile le utilizzava per la caccia fin da ragazzo. Quando ha provato ad avvicinarsi all’esemplare più piccolo questo ha tentato di beccarlo, e col becco che si ritrovano, ha rischiato di perdere il braccio.

Anno 14° della IV era Marzio Glauco, esploratore al servizio di Sua Luminosa Maestà Romolo IV

Sofrone, personaggio spesso nominato nelle cronache delle IV era, è diventato il maggiore studioso di grifoni, come lui ha chiamato gli animali di cui sopra; si dice che col solo sguardo fosse in grado di comprenderne il linguaggio segreto. E' arrivato nella Città Luminosa nel 10° anno della IV era da un punto luce remoto dopo anni di viaggio. E' morto nella stessa città nel 27° anno della V era alla veneranda età di 71 anni. Sofrone ha sempre sostenuto che solo poche persone avrebbero potuto ottenere la fiducia dei grifoni al punto da utilizzarli in battaglia. Lui era una di queste, a tutt’oggi solo alcuni membri della famiglia Pullo (da sempre guardiacaccia della famiglia imperiale) sono riusciti nell'impresa.

Marzio Glauco, esploratore al servizio di Romolo IV, divenne famoso per la sua scoperta dei grifoni nel 14° anno della IV era. Nessuno però potrà mai dimenticare la sua successiva scoperta, che ha portato alla sua morte, nel 18° anno della IV era, durante un lungo viaggio verso nord: ebbe la fortuna e sfortuna di incontrare per la prima volta nella storia dell'impero un drago (creatura ritenuta fino a quel momento leggendaria). Purtroppo i draghi, a tutt'oggi, non sono noti per il loro buon carattere. Riuscì ad inviare un gruppo di pipistrelli viaggiatori al suo Luminoso Imperatore, prima di avventurarsi nella grotta. Nessuno della sua spedizione fece mai ritorno.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.